Anche Genesi è Charlie Hebdo

genesischarlie

Alcuni dicono che la satira non ha limiti, anzi, che li deve varcare sempre, a rischio del cattivo gusto, inseguendo il disgusto insieme alla risata.

Alcuni, invece, dicono che a tutto c’è un limite, che non bisogna spingersi oltre, che ci sono dei limiti morali che nessuno dovrebbe mai varcare, per primo, o far varcare, in ogni caso.

Vi do una buona notizia. La Bibbia dà ragione ad entrambi!

Nella Genesi troviamo un passo di una ironia feroce, sarcastico e satirico, e, tra l’altro, non solo sconcio, ma che riflette anche uno dei tabù più ancestrali di ogni cultura:

“Lot salì da Soar per andare ad abitar sul monte insieme con le sue due figlie, perché temeva di stare in Soar; e si stabilì in una caverna, egli con le sue due figlie. La maggiore disse alla minore: «Nostro padre è vecchio, e non c’è più nessuno sulla terra per mettersi con noi, come si usa in tutta la terra. Vieni, diamo da bere del vino a nostro padre, e corichiamoci con lui, perché possiamo conservare la razza di nostro padre». Quella stessa notte diedero da bere del vino al loro padre; la maggiore entrò e si coricò con suo padre; ed egli non si accorse quando lei si coricò né quando si alzò. Il giorno seguente la maggiore disse alla minore: «Ecco, la notte passata io mi sono coricata con mio padre; diamogli da bere del vino anche questa notte e tu entra, coricati con lui, perché possiamo conservare la razza di nostro padre». E anche quella notte diedero da bere del vino al loro padre e la minore andò a coricarsi con lui; egli non si accorse quando lei si coricò né quando si alzò. Così le due figlie di Lot rimasero incinte del loro padre. La maggiore partorì un figlio, che chiamò Moab. Questi è il padre dei Moabiti, che esistono fino al giorno d’oggi. Anche la minore partorì un figlio, che chiamò Ben-Ammi. Questi è il padre degli Ammoniti, che esistono fino al giorno d’oggi. (Gen 19:30-38 NRV)”

Le figlie di Lot, nipote di Abramo, seducono il padre e, attraverso l’incesto, rimangono incinte. Di chi? Di Moabiti e Ammoniti, ovvero le popolazioni più vicine, i “cugini” per lo più nemici, ma a volte anche alleati per necessità.

E cosa dicono gli israeliti, di questi “cugini”? Che sono bastardi e figli di un incesto. Alla faccia del politically correct! Anche Genesi è Charlie Hebdo!

Dall’altro lato dello spettro, chi ha paura di ferire le coscienze, di mettersi in cattiva luce, chi pensa che ci debba essere sempre un limite, e che nemmeno Dio sta oltre il limite. Vi presento il profeta Ezechiele:

“«…Mangerai delle focacce d’orzo, che metterai a cuocere sopra escrementi d’uomo, in loro presenza». Il SIGNORE disse: «Così i figli d’Israele mangeranno il loro pane contaminato, fra le nazioni dove io li caccerò». Allora io dissi: «Ahimé, Signore, DIO, ecco, io non mi sono mai contaminato; dalla mia infanzia a ora, non ho mai mangiato carne di bestia morta da sé o sbranata, e non m’è mai entrata in bocca nessuna carne impura». Egli mi disse: «Guarda, io ti do dello sterco bovino, invece di escrementi d’uomo; sopra quello cuocerai il tuo pane!»” (Ez 4:12-15 NRV)

Ezechiele è disgustato dall’idea di dover cucinare su feci umane, e per di più di dover mangiare il cibo impuro che ne verrà fuori. Ha paura del giudizio della gente? Chissà. Fatto sta che si autocensura, e la sua profezia perde subito il mordente che avrebbe avuto se la gente l’avesse visto mangiare cibo cotto con le sue stesse feci, come un Luttazzi qualunque che finge di bere la pipì di una soubrette.

Come vedete, per ogni sentimento c’è un passo biblico, perchè la Bibbia non è un manuale d’istruzioni, ma assomiglia ad un’enciclopedia per esempi.

Ma questo vuol dire che nè gli oltranzisti della libertà d’espressione, nè i fanatici della censura possono uccidere in nome della Bibbia. Nè del Corano, per quanto vale.

I libri sacri sono contenitori di senso, non indicazioni di sdegno. Chi si sdegna Bibbia alla mano va coperto di ridicolo, altro che dargli l’importanza del terrorista!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...